MANI ASCIUTTE E INNOVAZIONE.


Avete presente un asciugamani elettrico da bagno pubblico? Probabilmente avete in mente qualcosa del genere:

Qualche settimana fa, arrivato a Londra per lavoro, vado in bagno in attesa delle valigie. Tutto bene finché comincio a guardarmi in giro,con le mani bagnate, in cerca dell’ asciugamani… un tale capisce e mi fa un segno… ecco cosa vedo…

Un po’ intimidente… ma appena ci metto le mani dentro un getto d’aria calda mi asciuga le mani in un attimo e… bang!! wow! Questa è un’idea! Come mai nessuno ci aveva pensato prima!?!

Una reazione di questo tipo è la garanzia che quello che si ha di fronte è una vera innovazione.

La soluzione di domani a un problema di oggi.

Perché questa reazione? L’oggetto è fatto in modo che l’aria calda non viene inutilmente dispersa nell’ambiente… ma circola! bang! c’è bisogno di dire altro? No.

Ho indagato un pochino… ed ecco una sorpresa non sorpresa… a inventare questo oggetto è stata la Dyson, azienda nata cresciuta e pasciuta a suon di innovazioni. Se siete passati recentemente da Media World ecc. avrete notato che ora tutti si sono messi a fare gli aspirapolveri che somigliano ai Dyson:

Figo essere inovatori eh? Tutti che cercano di imitarti!

Il nuovo ascuigamani Dyson ti asciuga le mani in metà del tempo, a metà dell’energia(costo) ed è sempre sterilizzato. Bang! venti anni che vedevo in giro asciugamani elettrici tutti uguali, anche nella loro inefficacia… e bang! Ecco l’innovazione. Come hanno fatto? Partendo da una domanda molto semplice: “come possiamo farlo meglio?”

Infatti la strapline di Dyson è “Making everyday products work better“. Quasi noiosa. Ma è una sfida che sicuramente in Dyson vivono, sentono e prendono sul serio.

2 thoughts on “MANI ASCIUTTE E INNOVAZIONE.

  1. Ciao Giovanni,li ho notati anch’io. Veramente efficienti e direi quasi divertenti. Senza andare a Londra li ho trovati domenica alla Triennale di Milano. Ero con mio figlio di 4 anni e dopo un po’ di paura nel dover infilare le mani nell’apparecchio ho dovuto lottare a lungo per portarlo via, orami con le mani quasi bollite.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s